Ad ogni livello, sia i giocatori perdenti ai microlimiti sia le balene che prendono parte ai ricchi giochi high stakes a Las Vegas e Macao commettono quasi tutti gli stessi errori. I top players più famosi hanno spiegato quali sono i leaks più frequenti che notano ai tavoli.

 

Arrendersi dopo aver perso un grosso pot

 
Bryn Kenney è uno dei giocatori più vincenti negli high roller e ritiene che uno degli errori più gravi che ha notato nei players meno esperti sia legato al mindset: “se perdono un grosso piatto e il loro stake va sotto average, si demoralizzano troppo facilmente e tendono a perdere tutto. In poche parole si arrendono”.

 

Giocare troppe mani

 
E’ il player high roller del momento Ali Ismirovic. Il 23enne non ha dubbi e condivide con tutti noi quello che pensa degli amatori: “commettono un grosso errore: giocano troppe mani e così si ritrovano in situazioni di postflop difficili da gestire, non sono assolutamente pronti per affrontare quel tipo di difficoltà”.

 

Sei stanco di perdere? Vuoi entrare nella scuola di Pokermagia? Vuoi partecipare alle selezioni per Spin and Go, Mtt e cash game? Fai il test!

 

Foldare o chiamare troppo senza equilibrio

 
David Peters dal 2011 ad oggi è uno dei 10 giocatori americani che hanno vinto di più nei tornei live; “Il leak più comune? Il grinder poco esperto folda troppo o chiama troppo. Vi deve essere un maggiore equilibrio”. Per Peters inoltre è un problema anche mentale: “sono troppo emotivi nelle scelte”.

 

Non fare mai grosse puntate per mettere pressione gli avversari

 
Seth Davis è dello stesso avviso di David Peters: l’emotività può indurre ad errori elementari. “Per molti giocatori deboli perdere un piatto diventa una questione personale e da quel momento fanno 3-bet senza senso”. Ma per Seth il leak è soprattutto tecnico: “non fanno mai grosse puntate, in questo modo non ti mettono mai sotto pressione. Bettano poco per rischiare il minimo ma perdono valore”.

 

Non c-bettare e non bluffare mani senza equity

 
La mancanza di aggressività nei momenti giusti è anche per Nick Petangelo un errore grave: “i players amatori non sono aggressivi il giusto quando devono giocare mani senza equty. Non c-bettano e non fanno bluff con mani che non hanno value”.

 

Essere troppo passivi nei grandi pot

 
Per Brandon Adams non ci sono dubbi: “i fish ho notato soprattutto negli high roller, sono eccessivamente aggressivi nei piccoli pot mentre troppo passivi nei grandi pot”.

 

Sopravvalutare le proprie mani

 
Justin Bonomo è il re del 2018. ZeeJustin sentenzia: “noto che il giocatore poco esperto tende a sopravvalutare le proprie mani. A volte pensano che con una top pair si possano giocare tutto“.

 

Vuoi entrare nella scuola di Pokermagia? Vuoi partecipare alle selezioni per Spin and Go, Mtt e cash game? Fai il test!